FFPIE


 

Associazione Culturale
NUOVE PROSPETTIVE

 

LA BOA
fattoria didattica

 

organizzano

13-15 Ottobre 2017

corso teorico-pratico con Stefano Soldati

volantino stampabile

Come trasformare i nostri boschi in supermercati dove procurarsi cibo, medicinali, integratori vitaminici, combustibile e tanto altro. In una dimensione più piccola parliamo di giardini commestibili

disegno 3 ff

« Troverai più nei boschi che nei libri. Gli alberi e le rocce ti insegneranno cose che nessun maestro ti dirà.»
Bernardo di Chiaravalle

Cos’è una Food Forest?

Un sistema agricolo composto da alberi, arbusti, cespugli, rampicanti, piante erbacee perenni da foglia e da radice, che producano frutti, foglie, fiori, radici, legna utilizzabili in cucina, in erboristeria o come alimento per i nostri animali. Riproducendo quanto fa la Natura, realizziamo boschi (o giardini) che diventeranno al più presto autosufficienti, assai produttivi ed estremamente belli.

Anche i nostri nonni non avevano di integratori vitaminici o medicinali come noi oggigiorno. Perchè non recuperare la saggezza di questa gente che per millenni andava nei campi e nei boschi a procurarsi ciò di cui aveva bisogno per il proprio sostentamento? E’ vero che le esigenze odierne sono diverse, ma buona parte di quanto necessitiamo la potremmo ritrovare nella natura intorno a noi.

Partendo dal riconoscimento dalle piante nostre, quelle autoctone, arricchiamo con altre piante la nostra food forest.

Cosa faremo nel corso:
 partendo dall’osservazione del territorio dove dovrà essere realizzata la food forest, analizziamo i criteri per scegliere le piante e il loro posizionamento seguendo i principi della Permacultura. Riconosceremo le principali piante commestibili spontanee già presenti in zona, noci, kaki, noccioli, salici, sambuchi, corbezzoli, olmi, pruni, aceri e moltissime altre !
 Faremo esercizi di progettazione considerando frangivento, percorsi, radure, laghetti, bordure, piante d’alto fusto, medie e piccole, tappezzanti, pacciamanti, con radici utilizzabili, rampicanti e con una particolare attenzione all’aspetto idrico {canalizzazioni, fitodepurazione, laghetto, impianto irrigazione}. Analizziamo le fasi di realizzo, mantenimento e il loro posizionamento seguendo i principi della Permacultura.

Talee di: vimini, fichi neri e verdi, salici piangenti, pioppi cipressini, pioppo nero, more senza spine, radici di rafano (cren). Questo, e tutto quello che porterete voi, sarà quanto ci possiamo scambiare alla fine del corso.

produzione funghi 2produzione di funghi da Martin Crawford

Materiale didattico: diapositive, fotografie, testi, indirizzi di vivaisti ed altro.

DOVE: Voc. Po del Santo – Loc. Macereto – Piegaro (PG) – QUI puoi vedere la posizione su Google Maps.

Quando:
venerdì orario: 10.00-18.00
sabato orario: 9.30-18.00
domenica orario: 9.30-16.00

Costo:  150€   la quota comprende quota associativa, 3 giornate di docenza, materiale didattico, 3 pranzi del mezzogiorno, merende.

Leggere attentamente le condizioni

Iscrizioni: bisogna compilare la scheda inserendo il codice FFPIE, fare il versamento della caparra di € 50,00 con bollettino postale sul C/C postale n. 99551814 – oppure con bonifico su IBAN: IT38N0760102000000099551814
intestato ad: Associazione Culturale Nuove Prospettive – Causale: “FFPIE+xxx” (xxx=tuo nome)
e inviare copia della ricevuta del versamento a: casadipaglia@hotmail.com
(attenzione: non scrivete altro nella causale perché va in automatico e potreste bloccare il sistema, GRAZIE).

Mangiare: tutti i menù sono SOLO vegetariani e possibilmente con prodotti locali e bio

Dormire: 

 


Stefano Soldati: diplomato con lode in Erboristeria all’Università di Urbino; dal 1986 si occupa di agricolture alternative. Dal 1994 gira per il mondo insegnando agricoltura biologica, gestione aziendale e successivamente costruzioni con balle di paglia. É uno dei primi quattro italiani diplomati in Permacultura. È stato il primo presidente della Accademia Italiana di Permacultura. È docente presso la Scuola di Pratiche Sostenibili di Milano, presso l’Ecovillaggio GAIA a Navarro (Argentina) e presso il CAT in Galles (UK). Ha approfondito con Martin Crawford i metodi di progettazione. E’ stato il primo in Italia a tenere corsi sulla realizzazione di giardini commestibili e foreste di cibo; nel periodo 2011/2017 insieme ai corsisti ne ha realizzati ventidue.

_____________________________________________________

info sulla didattica:

casadipaglia@hotmail.com – tel. 335 5634287 – Stefano